Il loro quatso di modo di ragionare sempre e solo a senso unico. Quello che faccio io è giusto quello che fai tu, anche se analogo a quello che faccio io, è sbagliato. Questa supponenza intollerabile.

“CE LA SCUOLA PER QUELLO” direi che è un manifesto del ruolo dell’istruzione secondo i cattolici…poi se gli proponi cose indecenti e schifose come la legge Zan ti vengono a dire che ci sono cose più importanti. Prossima volta che fanno proposte veramente indecenti come questo gli si risponde: ” spiacenti ma attualmente l’istituto ha altre priorità. E finite quelle ne sopraggiungeranno altre”

Poi io penso a Graziella che legge l’ultimo commento di Liliana e pensa: “ah, effettivamente ha ragione”. E da lì inizia a riflettere su se stessa e sulla sua vita. Realizza così il valore della cultura e della logica e le viene voglia di ritornare sui libri per completare gli studi.
Nel giro di qualche anno ha imparato a scrivere in italiano, ha potenziato le sue capacità di ragionamento e ha ottenuto il diploma.
Adesso, nonostante l’età, sta iniziando un percorso universitario che la porterà verso una nuova vita.
Graziella ora è una persona nuova, migliore.
Porterà sempre nel cuore Liliana per averle aperto gli occhi.