Roberto Burioni blasta gente”, sempre e comunque. In periodo di covid è quasi normale che sia stato eletto come l’eroe di cui la comunità dei social network ha bisogno. La comunità di Twitter per alcuni versi è molto più scatenata di quella di Facebook. Capita che ci sia gente sveglia in giro che apre gli occhi al grande pubblico su cose ovvie. Insomma, essere assuefatti a un contesto, lo cristallizza e lo rende difficile da modificare da parte dell’individuo. Gli illuminati pongono domande ovvie seminando dubbi. Una volta un professore disse a lezione che non esistono domande stupide, solo risposte stupide. Ecco, sbagliava. Un sentito grazie a Roberto Burioni che non si scoraggia mai di fronte a queste imprese.