Venerdì l‘ANSA dice che non ci sono alcune prove di brogli da parte di Joe Biden. Farsi una passeggiata tra i commenti è sempre un’esperienza traumatica e terrificante. Giuro di aver letto un’utente scrivere:

Il fatto che le prove non siano state trovate non significa che non esistano

Possiamo effettuare il medesimo ragionamento con gli alieni. Con l’unica differenza che sospendere il dubbio sull’esistenza degli extra-terrestri non comporta nessun effetto sulla nostra esistenza. I brogli elettorali sono come i vestiti invisibili dell’imperatore. Ci sono ma non si vedono, né si trovano.

Trump ha portato allo scoperto un nuovo tipo di negazionismo: quello elettorale

C’è chi vorrebbe abolire il suffragio universale e chi vorrebbe invalidare le elezioni ogni volta che il proprio partito perde. Ecco, i negazionisti elettorali sono della seconda squadra. In ogni caso, nella gran cloaca di commenti, quello intelligente della classe dice che l’ANSA è male informata. E che suo cuggino ne sa di più. Tutti ci ricordiamo dell’abbaglio clamoroso dell’ANSA sul presunto morto a causa di un trial clinico per il vaccino da covid-19.

Un bait mascherato da errore, davvero imperdonabile per l’agenzia di stampa. Il caso sembrerebbe assolutamente differente da questo. Insomma, si sta limitando a riportare informazioni ufficiali d’oltremanica. Direttamente dagli Stati Uniti, il blast prende una carica potentissima e risuona in un boato. Applausi, eroe!