Sta diventando virale un messaggio che – letteralmente – urla al complotto. Dallo stile di scrittura si evince che sia stato scritto da telefono. Tutto in maiuscolo, apostrofi al posto degli accenti, punteggiatura spagliata. Insomma, da far triggerare il lettore più paziente. Probabilmente nato su whatsapp, in breve tempo è dilagato su Facebook. Ho avuto la sfortuna di leggerlo sotto un posto di Enrico Mentana. È stato epurato affinché possiate leggerlo senza sentirvi male.

Conte ha l’ordine di lockdown per il 2 novembre, ma non è finita qui. Mentre il traditore Conte chiede ai cittadini di rispettare le misure sanitarie altrimenti si rischia il #lockdown, in cassetto ha in programma già ben tre lockdown con date ben definite. Questo programma esiste già dal 2019 e Conte lo esegue fedelmente fregandosene di tutti noi. Lui deve eseguire e basta, noi siamo merda per lui! I carabinieri sono al corrente di tale programma e sono stati addestrai da maggio a luglio 2020 compreso per eseguirlo.
Eccoti le date

  • 2 novembre: primo lockdown di due settimane
  • 8 dicembre: secondo lockdown di circa quattro settimane/un mese
  • febbraio/marzo: secondo lockdown di circa due o tre mesi da de definirsi in base alle necessità per distruggere l’economia delle feste di San Valentino e pasquali

Queste informazioni provengono da due fonti certissime di cui abbiamo incrociato i dati. Conte sarà imperativo e pronto a qualsiasi cosa, qualsiasi cosa per portare a termine il suo tradimento. Con questi tre lockdown, intermittenti e da calibrare, l’economia italiana crollerà definitivamente. Ora che sappiamo tutto e lo abbiamo pubblicato qualcosa potrebbe cambiare, ma per ora le cose stanno così. Ti aggiorneremo strada facendo. Nel frattempo… libera espressione!

Non vediamo l’ora di essere aggiornati. Vi lascio uno spezzone in regalo per dare l’idea di quanto sia stato difficile dare un senso all’urlo continuo che mi risuonava nelle orecchie al momento della lettura.

C’è talmente tanto materiale da blastare che non saprei da dove iniziare. Ma la genialità è nelle cose semplici.