Come definiremmo una persona che si meraviglia di sentire al mare odore di salsedine? Nel migliore dei casi, ingenuo. Con l’avvento del web e in particolare dei social network è sempre più probabile che il cittadino medio utilizzi i primi due strumenti per informarsi. Quasi a controbilanciare la diffusione di fake-news, Facebook in particolar modo si è popolato di pagine gestite da pazienti esperti di alcuni settori. La medicina è uno di quegli argomenti di cui pochi dovrebbero sentirsi in dovere di dire la propria. Ripetiamo insieme: la scienza non è democratica. Medici e virologi stanno facendo un lavoraccio in piena pandemia da covid-19.

Medici blastatori all’epoca del covid

Su Salute e prevenzione è stata pubblicata questa foto, con tanto di spiegazione sul perché i dati così elencati non significano molto dal punto di vista statistico (clicca sull’immagine per vedere il post completo).

E all’improvviso, arriva il genio.

In una pagina gestita da professionisti della sanità, il sig. Mario Rossi (nome di nostra invenzione, ndr) decide di chiedere se sono dei medici ad arrogarsi il diritto di spiegare la ragione di alcuni numeri. Il blastometro suona pesante per il sig. Mario Rossi. Il dott. Massimo Minerva lo tocca pianissimo.