L’ombra degli omicidi avvenuti nelle scorse settimane in Francia si allungherà ancora nei prossimi giorni. Nel frattempo, nei gruppi Facebook si stanno radicalizzando le contrapposizioni religiose. La colpa della decapitazione di Samuel Paty e dei tre abitanti di Nizza è dell’ateismo dissacrante di Charlie Hebdo. I cristiani muoiono per colpa dell’ateismo: questa è la tesi portata avanti da Giuseppe.

Andrea fa notare che un ragionamento di questo tipo non è troppo diverso dall’accusare ogni minigonna di istigazione allo stupro. Brunello invoca il principio di rispetto, escludendo dalla campana del rispetto Charlie Hebdo. Insomma, la sommatoria delle incoerenze degli utenti di “In cerca di Dio: parliamone insieme!” fa conquistare ad Andrea tanti punti. Il blastometro si assesta a 23.75