Ieri per la prima volta il Mose è entrato in funzione a Venezia. La Meloni tramite un tweet ne rivendica il funzionamento, ma il Blast è alle porte

Risale a ieri la notizia della prima accensione del Mose. È già, il progetto costato miliardi di euro e tanti arresti ha funzionato. La Meloni orgogliosa ne rivendica il suo funzionamento, dimenticandosi volutamente per un attimo tutti gli imbrogli e i soldi costati agli italiani. A pensarci un Blastatore, che rende giustizia almeno morale a quella parte di popolazione consapevole dell’imbarazzante fallimento italiano quale è il Mose.

Prima di mostrarvi il Blast, vi rendiamo note le cifre del costo dell’intero progetto. Sono stati infatti spesi circa 6 miliardi di euro per un’opera che, in base al progetto, non sarebbe dovuta costare più di 8 milioni.