Uno schiaffo alla memoria dell’Olocausto dato da un utente su twitter. Lo black humour è sempre accettato, ma ci sono limiti che non dovrebbero essere valicati. Già hanno fatto ridere i paragoni con una dittatura dai contorni orwelliani a causa delle restrizioni cui il covid ci sta obbligando. Ci sono limiti che la satira non dovrebbe superare. Rimodulare la tristemente famosa insegna di Auschwitz Arbeit macht frei (il lavoro rende liberi, ndr) in Andrà tutto bene è davvero troppo. Il tweet ha fatto il giro del web, tanto da catturare l’attenzione di Auschwitz Memorial Official. La pagina ufficiale del campo di concentramento più tristemente famoso d’Europa gli ha risposto direttamente.

Queste cose feriscono. Queste cose sono irrispettose verso la memoria delle vittime e causano dolore a chi venne forzato a oltrepassare quel cancello. Nessuno dovrebbe egoisticamente strumentalizzare la sofferenza di persone assassinate.

 

Un insulto alla memoria dell’Olocausto, in primis. Ma anche nei confronti di tutte quelle persone che stanno soffrendo davvero a causa del covid. Le parole