Il Corriere della Sera infine si schiera.

“Basta ignavia, è giunto il momento di scaricare Immuni”

L’app per il tracciamento sta dividendo l’opinione pubblica. C’è chi l’ha scaricato da quando è risultata disponibile per gli smartphone. Il team dei dubbiosi è piuttosto variegato. Tuttavia, la maggioranza non vuole saperne di collezionare Immuni tra le app del proprio smartphone perché non sopporta l’idea che ‘qualcuno’ sappia dov’è e cosa sta facendo. Tra una storia su Instagram tramite FaceApp e l’altra, ovviamente. Ecco come un adepto del team degli svegliati ha commentato il post del Corriere della Sera.

La sveglia arriva subito, con un blast clamoroso.