Monica Cirinnà non ha bisogno di presentazioni. È la senatrice romana paladina dei diritti LGBTQIA+. Ieri notte il suo staff ha rilanciato un articolo del Messaggero che denuncia la desolante posizione di Roma tra le Capitali europee per qualità della vita. Non sono poche le polemiche degli elettori della sindaca Virginia Raggi. Il suo mandato si avvia verso la conclusione, e Monica Cirinnà è una papabile candidata per il Campidoglio.

C’è chi fa notare a Monica Cirinnà che se Roma facesse davvero schifo, le case non costerebbero così tanto. Poi ci si chiede perché si è costretti a puntualizzare l’ovvio. Ed è subito blast.

Poi Monica Cirinnà svela il segreto di Casap… di Pulcinella, di Pulcinella.

Poi ecco, le persone che urlano sui social infastidiscono anche gli utenti più placidi e tranquilli. In secondo luogo, non sei di Roma, non la vivi ogni giorno neanche da pendolare, ma di cosa parliamo?

Le ‘Scimmie di mare’ sono state il prodotto di marketing più astuto degli anni ’70. Una bufala clamorosa. Più o meno come i contenuti dei proclami dell’attuale sindaca Virginia Raggi. Ecco come blasta definitivamente un elettore della sindaca del Movimento 5 Stelle, a suon di domande che non trovano risposta.