Un capitolo esclusivo della saga “Roberto Burioni blasta persone” (ecco uno degli ultimi episodi) lo vede essere sfiorato dal blast per un soffio. Il virologo ha fatto un post estremamente breve, da cui è possibile vedere la fine della sua pazienza nel dover ripetere sempre le stesse cose.

BASTA CON LE BUGIE!
Gli asintomatici sono il 56%, i paucisintomatici il 16%, i lievi il 21% e i severi/critici il 7%.
Tutto il resto è una menzogna!

Domande di chiarimento a non finire su cosa significherà paucisintomatici. Domande a non finire che ancora chiedono se davvero gli asintomatici sono da considerarsi contagiosi. Ormai sono i follower di Roberto Burioni a rispondere in sua vece.

Abbiamo un colpo di scena: Burioni non blasta ma viene blastato

Un utente osa dissentire dalle statistiche riportate dal virologo.

È vero che asintomatico non significa malato, dunque il loro tracciamento risulta assai più complesso. Insomma, la statistica agli statistici. Insomma, già Roberto Burioni è accusato di essere un inutile allarmista e uno schiavo dei poteri forti. Il nostro utente, che precisa i dati riportati dal virologo, per i negazionisti del covid “lavora con il favore delle tenebre” (cit.).